08/05/2021 - Proseguiamo a conoscere più da vicino i nostri soci che si sono uniti quest'anno al nostro team. Oggi è la volta di Dioniso Mietto, classe 1975, che in questo inizio di stagione si è già messo in luce correndo le gare sociali virtuali nei 3km  (con tempo di 11'37" alla media di 3'52" al km), nei 5km (in 20'02" a 4' al km) e nella Stravigevano di km. 10,2 (6° SM45 in 43'39" alla media di 4'14" al km.). Conosciamolo meglio, ciao Dioniso la prima domanda un po' scontata che ti faccio è... Quando hai iniziato a correre e cosa ti ha spinto a farlo?

Da giovane correvo discretamente 800 e 1500 poi non ho più corso per 20 anni. Arriva il 2015, erano due anni che ero bloccato sul divano per il menisco rotto. Una mattina al risveglio dissi alla mia compagna “stasera vado a correre!” Lei terrorizzata, sapendo come ero messo con le ginocchia, mi accompagnò. Il primo giorno, 200 metri e tornai a casa! Giorno dopo giorno, sei mesi dopo, 10kg in meno e tanta palestra per rinforzare la muscolatura, facevo 10 chilometri....

Nel 2020 faccio la mia prima visita sportiva agonistica. Esito: “Hai la pressione alta, non puoi correre!”. Sono testardo e ho iniziato a correre di più, ovviamente sempre controllando la pressione prima di ogni uscita. Oggi posso dire che la corsa mi ha sistemato le ginocchia e la pressione è tornata normale. Forza così!

Quando ti sei avvicinato alla tua prima gara?

Gara? Chiamiamola tapasciata! 5k nei boschi di Cairate, era la “Bradipozoppo” e mi era sembrato carino farla visto che mi sentivo anch’io un po’ zoppo! È finita che sono arrivato al traguardo, felice!

Oggi quante uscite di corsa fai in settimana?

Se riesco 5 volte...

Quale allenamento preferisci svolgere?

Non ne preferisco uno in particolare, devo sempre trovare qualcosa di diverso dal solito. Un lungo variato nel bosco piuttosto che un progressivo. In genere “mi faccio piacere” i lavori pesanti perché so che poi andrò più forte, spero! 

E quello che meno sopporti?

Fare troppi chilometri, ho un muro ai 10k e/o all’ora. Quando l’allenamento si spinge oltre non passa più. Insomma va bene corre un ora ma dopo ho una vita!

Corri da solo o in compagnia?

Purtroppo da solo ma non per scelta; anche per questo mi sono convinto ad unirmi all’Atletica Casorate. Nel frattempo, Covid permettendo, raggiungo una volta a settimana un gruppo di runners a Milano.

Hai un allenatore?

Mi segue Marco C., un mio carissimo amico. Lui, diversamente da me, è una vita che corre. Poi faccio un po’ come voglio ma quando c’è da lavorare faccio quello che dice!

Nel tempo libero leggi riviste sportive e di running ? 

Mi hanno regalato un abbonamento a “Correre” e devo dire che è lo trovo formativo, sia perché racconta le esperienze di altre persone sia perché descrive vari metodi di allenamento. Invece in rete seguo alcuni gruppi del mondo running su facebook.

 Qual è la distanza che senti particolarmente tua?

Non so, forse sotto il chilometro! hahahaha

 Quali sono i tuoi personali sulle varie distanze?

Orologio al polso posso dire che nei 5000 li corro oggi in circa 20’ e i 10000 in poco meno di 44’ ma non ho ancora fatto gare ufficiali.

 A quali gare hai intenzione di partecipare nel 2021?

Non ho un programma definito ma l’intenzione è di farne una al mese.

Per il prossimo futuro hai un sogno sportivo nel cassetto?

Riuscire a correre 10K a 3’30”, io ci lavoro poi vediamo! Mi hai chiesto un sogno eh!

 Nel mondo sportivo quale personaggio ti ha appassionato maggiormente?

Da giovane il mio esempio era Totò Antibo, oggi mi emozionano le storie di vita di quelli che riescono negli sport individuali, penso a Pantani, alla Pellegrini e a Phelps.

 Desideri mandare un messaggio a qualcuno?

Un messaggio a tutti gli specialisti che ogni volta hanno cercato di fermarmi, a tutti quelli che dicevano non puoi più correre: “meno male che non vi ho ascoltato!”. Non conoscendomi hanno dato per scontato che non ce l’avrei fatta invece è bastato dimagrire, correggere l’impostazione di corsa, fare tanta palestra e soprattutto tanta costanza e pazienza.  

Un altro messaggio a tutti quelli che si sentono dire le stesse cose: “ascolta i messaggi del corpo, se un muscolo fa male un problema c’è ma non fermarti mai!”

Desideri ringraziare qualche persona?

La mia compagnia Roberta G. che mi ha sempre compreso, supportato e accompagnato. Lei odiava correre!

Ti ringrazio caro Dioniso, benvenuto tra noi e... buone corse e buon divertimento!

Antonio Puricelli

Ricerca

Sponsor

 

Articoli in Evidenza

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies
Maggiori informazioni Accetto