Valencia 1/12/2019 -  Tutta l'Atletica Casorate desidera complimentarsi con il socio Giuseppe Digesto che oggi alla Maratona di Valencia ha concluso la sua fatica al 450° posto sui 17504 arrivati nel tempo di 2h40'11" realizzando il suo nuovo primato personale sulla distanza (precedente 2h42'15" ottenuto nell'aprile scorso a Milano) non che seconda miglior prestazione societaria 2019 (dietro solamente al 2h39'54" ottenuto da Simone Toffano una settimana fa a Firenze), bravissimo Giuseppe, siamo fieri ed orgogliosi di te!

Dai primi dati on line si nota che Giuseppe è stato regolarissimo nella sua corsa, con passaggio ai 10km in 37'56" (media 3'47" al km.), ai 15km in  56'49", alla mezza in 1h19'45" (media 3'46"8), ai 30km in 1h53'37" (media 3'47"2), ai 40km in 2h31'55" (3'47"8) con finale di 2h40'11" per una media finale di 3'47"7 (15,9 km/h).  

MAGNAGHI

Tanti complimenti giungano anche al socio Daniele Magnaghi (nella foto), che sempre a Valencia ha concluso la sua maratona nel tempo di 3h47'15", bravissimo!

La maratona di Valencia è stata vinta dal debuttante etiope Kinde Atanaw con il primato della manifestazione in 2h03:52. Ma alle sue spalle il turco Kaan Kigen Ozbilen realizza il nuovo record europeo di maratona con 2h04:16 demolendo di quasi un minuto il limite ottenuto nella scorsa stagione dal britannico Mo Farah, 2:05:11 il 7 ottobre 2018 a Chicago. Settimo il norvegese ex primatista europeo Sondre Norstad Moen, alla seconda prestazione in carriera con 2h06:17, in una mattinata con cielo sereno e circa 16 gradi di temperatura all’arrivo (fonte Fidal).

Strepitosa la sfida al femminile: per la prima volta nella storia, quattro donne sotto 2h19 e cinque in meno di 2h20 nella stessa gara. Tutto dell’Etiopia il podio con Roza Dereje (2h18:31) e Azmera Abreha (2h18:34), rispettivamente ottava e decima nella graduatoria delle migliori prestazioni femminili di sempre, davanti a Birhane Dibaba (2h18:47), quarta la keniana Vivian Cheruiyot, olimpionica dei 5000 metri, che in un comunque eccellente 2h18:52 precede l’etiope Zeineba Yimer (2h19:27). Delle azzurre in gara è arrivata al traguardo solo Valeria Straneo: la primatista italiana  chiude in 2h30:43 , qualche secondo in più rispetto alla scorsa edizione in cui aveva fatto segnare il tempo di 2h30:26. Per la 43enne alessandrina del Laguna Running, c’è il sedicesimo posto finale al rientro agonistico sui 42,195 chilometri. In avvio era riuscita a mantenere un ritmo in linea con l’obiettivo della vigilia, il crono di 2h29:30 che rappresenta lo standard di iscrizione alle prossime Olimpiadi di Tokyo. La vicecampionessa mondiale del 2013, e argento europeo nel 2014, è infatti transitata alla “mezza” in 1h13:45 prima di una flessione negli ultimi dieci chilometri. Non completano la prova invece le altre due azzurre dell’ultima rassegna a cinque cerchi, quella di Rio 2016: Anna Incerti (Fiamme Azzurre), rimasta sull’andatura della Straneo per oltre metà gara ma ritirata dopo il 35° km, e Catherine Bertone (Atl. Sandro Calvesi), che si ferma all’undicesimo chilometro per un risentimento muscolare.

Sempre a Valencia tra i grandi protagonisti della giornata, il vincitore della gara sui 10 chilometri: l’ugandese Joshua Cheptegei firma il record mondiale della distanza in 26:38, sei secondi in meno del 26:44 stabilito a nel 2010 dal keniano Leonard Patrick Komon (il 26 settembre di quell’anno a Utrecht, in Olanda). Un’altra impresa per il 23enne che in questa stagione ha conquistato due ori mondiali, nel cross ad Aarhus e poi nei 10.000 su pista a Doha.

Per l'Atletica Casorate il 2h40'11" odierno di Giuseppe Digesto  è il quarto miglior tempo di sempre nella speciale graduatoria che vede al primo posto Stefano Bianco (nel tempo di 2h29'55" siglato a Brescia nel 2017), seguito dal 2h39'24" di Diego Giacomini (siglato a Milano 2018) e al 2h39'54" di Simone Toffano (il 24/11 a Firenze). E domenica prossima  8/12 a Reggio Emilia torneranno a correre la maratona Diego e Simone e con loro i soci Alessandro Baila, Valerio Carpi, Roberto Muraro, Stefano Simioni e Roberto Vezzaro per togliersi qualche altra soddisfazione e per colorare di giallonero anche le strade reggiane, Forza ragazzi correte forte anche per noi!

Antonio Puricelli

 
 
 
 

Ricerca

Sponsor

logoFS

Articoli in Evidenza

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies
Maggiori informazioni Accetto